Boghes e Ammentos - Associazione culturale

Chi Siamo

Coro
Coro

All'interno dell'Associazione Polifonica San Francesco, nata a Ittiri nel 1985, alcuni appassionati di canto, unitamente ad altre persone esterne all'associazione ma con acquisita esperienza nel canto tradizionale (per un totale di 20 persone), danno vita nell'anno 2000 alla sezione di canti tradizionali "Boghes e Ammentos", che nel febbraio 2003 si costituisce con statuto autonomo come "Associazione Culturale Boghes e Ammentos".

Perché "Boghes e Ammentos"? (Voci e Ricordi). Perché si è voluto riproporre tutto ciò che appartiene alla tradizione sarda attraverso il canto (Boghes) nelle sue forme più varie. Per fare ciò é necessario ricorrere alla memoria fissando, elaborando e codificando i ricordi (Ammentos) lontani o recenti.

Un aspetto caratterizzante il coro è la scelta di rappresentare, tramite i suoi componenti, tutti i costumi tradizionali maschili di Ittiri, con esclusione di quelli propriamente da lavoro, conservatisi sino agli anni '70 del secolo scorso. Si inizia con il classico costume "Sas Ragas", costituito dal corpetto rosso "Su Cosso", dal gonnellino pieghettato di panno o di orbace nero "Sas Ragas" (che da il nome all'intero costume maschile), dal pantalone sbuffante "Sos Calzones" e dalla camicia bianca "Su 'Entone", dalle uose "Sas ghettas", dal copricapo tradizionale "Sa Berritta" di orbace o panno nero e dalla tradizionale cintura in pelle "Sa Chintorza"; per impreziosire ulteriormente il costume vengono usati dei grossi gemelli in argerto filigranato "Sos Buttones" che servono per chiudere i polsini e il colletto della camicia. La prima variante proposta é costituita da un costume databile intorno alla fine dell'ottocento e costituito dal corpetto di panno rosso, oppure nero, dalla camicia bianca, dai pantaloni a tubo e dal cappottino "Su Cappottinu" anch'esso in orbace nero. La seconda ed ultima variazione proposta riguarda l'abito, costituito dalla giacca, dal corpetto, dalla camicia bianca e dai pantaloni in velluto oppure in fustagno, che veniva indossato, in diversa gamma di colori, sino alla seconda metà del secolo scorso.

Nel repertorio musicale del coro figurano brani della tradizione di Ittiri, sia profani che religiosi: fra i profani figurano "Comare", un canto a ballo logudorese, "Su Lussu", "Sa Ninnia", ecc.; Fra quelli religiosi vi sono canzoni riferite al periodo natalizio, quali: "Sos Tres Res, Sos Gosos de su naschimentu de Gesusu, Su Ninnidu e alla Settimana Santa: Miserere, Dies Irae, Stabat Mater, No mi giamedas Maria, Est mortu su Messia" ecc. Nel repertorio del coro figurano inoltre i migliori canti antichi e recenti dell'intera tradizione Sarda, quali: "Non Potho Reposare, In su Mont'e Gonare, Adios Nugoro Amada, Nanneddu meu, Cunservet Deus su Re", ecc.

L'Associazione, anche se di recente costituzione, vanta un ottimo curriculum.
Organizza a Ittiri da diversi anni la manifestazione "Cantigos de Sos Tres Res" nel periodo natalizio, con la partecipazione di diversi gruppi folckloristici e cori tradizionali.
Nel Giugno 2005 ha organizzato " S' Affidu Ittiresu”, matrimonio tradizionale di Ittiri.
Ha partecipato in Sardegna a numerose rassegne e manifestazioni, fra le altre: “ Cantigos de Nadale” a Porto Torres, ai Festival internazionali del Folklore di Monti e Perfugas, alle rassegne corali di Mores, Busachi, Putifigari, Olmedo, Sassari, etc.
A Settembre del 2005 ha rappresentato l'Italia al “ X° Wine Song Festival “ di Pecs in Ungheria nel magnifico teatro nazionale.
Nell' Ottobre 2006 ha partecipato al 1° Festival di Canto Corale di Malgrat del Mar (Barcellona) in Spagna.

A Luglio del 2009 ha partecipato al 1º Festival della Coralità “Bolzano Canta” , con esibizioni anche a Bressanone e dintorni.

Nell'Ottobre del 2009 ha rappresentato la Sardegna alla Rassegna corale "Garantua Cantando" a Gressan in Valle D'Aosta.

A Maggio del 2010 ha rappresentato l'Italia alla rassegna corale internazionale  "Ciechanovia Cantans" a Ciechanow in Polonia

Nel Settembre del 2011, dopo il lusinghiero successo del 2005,  è stato reinvitato al " XV° Vine Song Festival di Pecs in Ungheria, questa volta svoltosi al Centro Cultura e Congressi Kodály di Pécs. Si tratta di una bellissima e modernissima struttura polivalente in grado di trasformarsi da teatro in sala da ballo grazie a superfici mobili motorizzate e ad una attenzione maniacale per la diffusione del suono. 

Nell'Ottobre del 2012, anche quì, dopo il successo del 2009, ha animato nuovamente la XXX° edizione della  "Feta di pomme" di Gressan partecipando alla Rassegna "Gargantua Cantando"

A cavallo tra il 2012 ed il 2013 ha partecipato alla realizzazione della "Enciclopedia della musica Sarda" insieme alle migliori formazioni corali della tradizione sarda, nella sezione "Cori polifonici", con CD e DVD.

A Settembre del 2013 ha presentato il suo primo lavoro discografico "AMMENTOS E BOGHES"

Inoltre dal 2008 ha iniziato un percorso di studi per ricordare i personaggi ittiresi che in passato si sono distinti per capacità particolari, raccogliendo le informazioni su dei libri che di volta in volta vengono publicati.  Da questo impegno sono stai publicati i libri in onore di: Peppe Paddeu (2008), Baldassarre Manca (2011) e Angelo Dore (2015).

I componenti del Coro
Attualmente il coro è composto da una ventina di elementi, così suddivisi:

Tenori primi ( Mesas boghes)

  • Mario Ciprigno
  • Mario Pasquale Dore
  • Angelo Orani
  • Manuel Fadda

Tenori secondi ( Boghes

  • Fabio Moro Merella
  • Salvatore Simula
  • Francesco Chessa
  • Salvatore Scanu
  • Piero Moro

Baritoni ( Contras)

  • Tonino Cossu
  • Mario Dore
  • Franco Ruiu
  • Giovanni Pintore
  • Tonino Sole

Bassi ( Bascios)

  • Baingio Cossu
  • Giommaria Fadda
  • Mario Idda
  • Piero Tanca
  • Pierre Simula
  • Antonio Maria Meloni

Direttore del Coro è il maestro Piero Murru, che cura personalmente le partiture musicali dei brani eseguiti dal gruppo.

Presidente dell'associazione è Tonino Cossu.